La biblioteca di Alessandria d’Egitto (com’era e com’è)

Facciamo un tuffo nel passato, in un luogo dalla fama senza tempo, in cui a lungo è stato raccolto tutto (o gran parte) dello scibile umano: l’antica biblioteca reale di Alessandria d’Egitto.

201704201147353713_

Tra i luoghi il cui mito riecheggia nei secoli, c’è senza dubbio questa celebre biblioteca. Fu fondata da Tolomeo I, uno dei successori di Alessandro Magno, nel III secolo a.C., in un periodo di grande prosperità per la città, che divenne economicamente e culturalmente fiorente anche grazie alla sua posizione geografica strategica. Affacciata sul Mar Mediterraneo, era un importante centro mercantile, dal quale era possibile controllare tutte le rotte commerciali. La preminenza marittima giustificò anche la costruzione del Faro di Alessandria, considerato una delle sette meraviglie del mondo antico.

Alessandria d’Egitto fu un crocevia tra popoli e ciò portò senza dubbio un forte impulso allo sviluppo della cultura.

2015042710571892497_

La biblioteca fu un importante centro di produzione scientifica, letteraria e filologica; vi vennero tradotte moltissime opere greche, da Omero in poi, e con il tempo diventò il più grande archivio del mondo, in cui furono conservati per lungo tempo il sapere e la memoria della cultura ellenistica.

201704201147103805_

Come tutti sanno, nel corso della storia la struttura e il suo contenuto furono perduti. Diverse ipotesi concorrono alla spiegazione circa la distruzione della biblioteca: dall’incendio causato da Giulio Cesare, nel 48 a.C.,  alla conquista araba del 642 d.C. La sua fine rimane ancora oggi avvolta nel mistero.

Biblio_Alexandria

Alla fine dello scorso secolo iniziarono i lavori per la creazione di una nuova biblioteca, che richiamasse alla memoria lo splendore e il prestigio dell’antica. Grazie alla sinergia tra il governo egiziano e l’UNESCO, la Bibliotheca Alexandrina è stata (ri)aperta al pubblico (non senza polemiche) nel 2002.

L’odierna struttura (ubicata al numero 138-El Shatby) si presenta come un enorme cilindro di undici piani in cui si aprono spazi ampi e luminosi. Le mura esterne in granito sono incise con ideogrammi e lettere alfabetiche in tutte le lingue conosciute.

2015042710453440161_

È un edificio all’avanguardia, moderno e tecnologico, progettato per contenere 8 milioni di libri. La sala di lettura è la più grande al mondo: conta 3.000 postazioni, di cui 300 munite di computer.

2010021511025982852_BACCNightView

La costruzione ospita anche un centro congressi, musei, gallerie d’arte, una scuola di informatica e un planetario, e promuove la cultura a più livelli, con percorsi dedicati appositamente a bambini e giovani.

E voi quando pensate di visitarla? O l’avete già vista? Fatecelo sapere!

Annunci


Categorie:Luoghi letterari

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: