Intervista a Manuela Faimali: un buon traduttore è prima di tutto un avido lettore

La nostra intervista alla traduttrice editoriale Manuela Faimali!

Tradurre per l'editoria

(intervista di Rossella Monaco)

manCiaoManuela, prima di tutto vuoi presentarti ai nostri corsisti? Come hai cominciato a tradurre, e quali autori da te tradotti ami di più?

Ciao a tutti, sono una traduttrice editoriale e mi occupo di narrativa, non-fiction e cataloghi d’arte. La mia prima esperienza sul campo è stata nel 2008. All’epoca frequentavo un corso di laurea specialistica in traduzione, e ho avuto l’occasione di tradurre un romanzo a quattro mani durante uno stage formativo. È stato allora che mi sono convinta di avere intrapreso la strada giusta. Poi ho sostenuto una prova per una casa editrice in cerca di nuovi traduttori, e ne è nata una collaborazione che continua ancora oggi. Tra gli autori che ho tradotto in questi anni, alcuni mi hanno arricchita in modo particolare. Penso a Paul Kalanithi, alla delicatezza struggente della sua voce nell’autobiografia postuma Quando il respiro si fa aria

View original post 895 altre parole

Annunci


Categorie:Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: