Esercizio di dicembre: la punteggiatura

Questo mese vogliamo proporvi un esercizio sulla punteggiatura, un evergreen dei nostri laboratori di scrittura.

A cosa serve la punteggiatura?

Tra le altre cose, a dare il ritmo della narrazione.

Lo stesso brano si può scrivere privilegiando il punto fermo, accostando molte frasi brevi e pause nette…  oppure si possono considerare periodi più complessi, con molte subordinate, virgole e pause lievi.

Per dare il giusto ritmo al testo non si usano solo il punto e la virgola, ma tutti i segni che abbiamo a disposizione: punto e virgola, tre punti, trattino, le parentesi, punto esclamativo, interrogativo. Anche lo spazio bianco tra un paragrafo e l’altro contribuisce all’effetto.

A volte però siamo obbligati a usare la punteggiatura in un certo modo, altrimenti la frase non avrebbe senso o potremmo violare alcune regole basilari della lingua italiana. Per esempio la virgola non dovrebbe essere messa tra soggetto e verbo o tra verbo e complemento. Mentre può essere usata prima delle congiunzioni, anche se la norma preferirebbe di no. Quando si tratta di ortografia è sempre difficile comprendere dove inizia la libertà stilistica e finisce la regola grammaticale.

Quando pensiamo allo stile di un autore molto spesso ci si riferisce al modo di comporre la frase, di dare il ritmo, anche con la punteggiatura. Ovviamente la punteggiatura non è l’unico elemento distintivo di un particolare stile, ma è un elemento importantissimo.

Provate ad aprire due libri che avete sullo scaffale e vi renderete conto di quanto l’usopossa variare… ci sono scrittori che la usano moltissimo, altri che scrivono periodi molto lunghi con pochissima punteggiatura: questi estremi sono forme di sperimentalismo, ma rendono l’idea della gamma di possibilità che avete.

il_giardino_dei_finzi_continiAdesso passiamo al sodo. Sotto trovate un brano di Giorgio Bassani, tratto dal primo capitolo del Giardino dei Finzi-Contini. Abbiamo eliminato dal brano tutta la punteggiatura (fanno eccezione le virgolette nei dialoghi).

L’esercizio è molto semplice: rimettete la punteggiatura al brano, cercando di dare quello che per voi è un buon ritmo.

La prossima settimana pubblicheremo il brano originale e commenteremo una delle vostre prove.

Ovviamente non dovete sbirciare!

Giannina si voltò con la bocca nascosta dall’orlo dello schienale mi dette una rapida occhiata severa piena di diffidenza aspettai che ripetesse la domanda ma niente subito tornò a guardare dinanzi a sé giù per la strada, sempre in lieve pendio e fiancheggiata da una doppia fila di cipressi ci scendevano incontro gruppi di paesani ragazze e giovanotti era la passeggiata della domenica tenendosi a braccetto alcune ragazze formavano a volte delle catene tutte femminili di cinque o sei strane mi dicevo guardandole nell’attimo che le incrociavamo scrutavano attraverso i cristalli coi loro occhi ridenti nei quali la curiosità si mescolava a una specie di bizzarro orgoglio di disprezzo appena dissimulato davvero strane belle e libere «Papà» domandò ancora Giannina «perché le tombe antiche fanno meno malinconia di quelle più nuove?» una brigata più numerosa delle altre che occupava buona parte della carrozzabile e cantava in coro senza darsi pensiero di cedere il passo aveva costretto l’automobile quasi a fermarsi l’interpellato ingranò la seconda «Si capisce» rispose «I morti da poco sono più vicini a noi e appunto per questo gli vogliamo più bene gli etruschi vedi è tanto tempo che sono morti» e di nuovo stava raccontando una favola «che è come se non siano mai vissuti, come se siano sempre stati morti.»

 

Annunci


Categorie:articoli, esercizi, esercizio del mese

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: