Dialoghi e vendite

Nella lezione riguardante i dialoghi abbiamo chiesto agli iscritti di prepararne uno seguendo uno scenario già definito. Siamo in un negozio di elettrodomestici. Il testo che proponiamo è di Manuela Bertucelli. 

VMT_unieuro_1280x800

Alle 15:00 sono già in prima fila: Mario scalpita, Anna invece ha un’aria concentrata, sembra ripassare mentalmente strategie belliche. Allo scattare della mezzora le porte del nuovo negozio si spalancano.

Come un bambino al luna-park Mario passa da un reparto all’altro: elettrodomestici, telefonia, computer.

“Eccolo.” Sussurra.

In fondo, come un sovrano, con i suoi 55 pollici, su un piedistallo, l’ultimo modello Philips domina la Home Entertraiment Area. Mario si avvicina e lo venera.

     “Anna.” Bisbiglia, come per non disturbare. “Anna”, ripete. Si guarda intorno, ma la moglie non c’è.

“Anna! Anna, sono qua.” Grida alzando una mano.

La moglie, che aveva fatto finta di non sentire: “Arrivo, arrivo…” Tronfia.

“Tesoro, guarda che meraviglia e che colori!” Inizia l’opera di convincimento.

Lei lo guarda come se avesse di fronte un matto. Non professa parola.

“È grande e con la cornice nera come piace a te. In salotto starebbe benissimo.” Le si avvicina con sguardo languido. “Dai, Anna, guardalo! È perfetto.”

Lei ancora non parla. Sembra trattenere il fiato.

“Almeno dimmi qualcosa!” è stremato, allarga le braccia.

“Mario!” Lei si prepara all’arringa. “Non possiamo assolutamente comprare questa cosa. È troppo grande, antiestetica e inutile.” Prende fiato. “Sarebbero soldi buttati, non mi sembra il caso.”

“Ma, Annina, parliamone!” Lo sguardo tramutato.

Pochi metri più in là, un ragazzo, con la divisa gialla e blu sta assistendo divertito alla scena e decide di avvicinarsi.

“Buonasera, signori, posso esservi utile?” Sorride.

Ci mancava l’unico commesso efficiente rimasto sulla terra.

“Io e mia moglie stavamo ammirando questo televisore.”, Mario prende l’occasione.

“Ottima scelta!” Incalza il ragazzo.

Anna lo fulmina.

“Forse la signora… non è molto d’accordo.” Il commesso cerca di smorzare la tensione.

“Direi di no.” Risponde lei in tono sarcastico. “Mi sembra una spesa inutile. Ne abbiamo uno praticamente nuovo!”.

“Cara, il nostro è tutto rigato e questo è cento volte meglio.” Prova a calmarla.

“Tutto rigato?” Esplode ignorando la presenza del commesso. “Ha solamente un piccolo graffio sulla sinistra e poi cosa avrà mai di speciale questo che non ha il nostro?” Si sistema la borsa sulla spalla.

“Signora, questo televisore è un concentrato di applicazioni.” Incrocia le braccia in segno di difesa. “Questo Smart tv consente di essere sempre connessi in rete, si può navigare su internet, collegarsi ai social network, può essere gestito con comandi vocali e gesti.”

“Sì! Ci manca solo che mi metta a parlare con il televisore.”

“Dai, cara, potremmo addirittura eliminare il computer, dici che sei stufa di trovarlo sempre in giro.”

“Ho detto no! Costa troppo e poi…”, prosegue con aria affranta, “mi avevi promesso quell’elettrodomestico che mi piaceva tanto.”

“Signora, lei è davvero fortunata”, il ragazzo allunga il braccio per prendere un opuscolo e allarga il sorriso con l’aria di chi vede la luce dopo giorni in un tunnel. “Oggi, dato che inauguriamo il negozio, con l’acquisto di un televisore diamo in omaggio questo elettrodomestico.”

Anna, con aria disinteressata, dà un’occhiata. Il volto contratto si rilassa, gli occhi si spalancano.

“Mario, guarda, è lui.” La voce felice di chi ha trovato un tesoro.

“E con questo televisore potrà scaricare le ricette.” Concluse lui passandosi una mano tra i capelli.

“Fabio.” Lei legge il nome sulla targhetta. “Complimenti, è veramente un bravo commesso. E questo è un ottimo televisore, bello ed elegante!” Girandosi verso il marito.

“Amore, ma il prezzo è troppo alto.” Con tono scioccato.

“Il prezzo… quando l’affare è ottimo, sono soldi spesi bene!” Gli poggia una mano sulla spalla.

Sempre più incredulo: “Tesoro…” Cerca di dissuaderla ora che è tutto reale.

“Giovanotto, ce la può caricare lei sull’auto?” Si avvia alla cassa. “Grazie mille.” Saluta il suo eroe.

Mario è incredulo. “Anna…” Prova a fermarla. Poi sorride. Alza le spalle.

Stringe la mano a Fabio ringraziandolo e complimentandosi per la vendita.

“Grazie a voi!” Li guarda andare via. Poi abbassa lo sguardo sul dépliant.

 

Novità: televisore Philips 55″. Smart tv al prezzo di € 2.675,00.

Omaggio frullatore manuale Kenwood 250W, 3 velocità, del valore di € 19,90.

Annunci


Categorie:esercizi

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: